Corsi di Laurea

Finalità del corso

 

LAUREA IN INFERMIERISTICA

(Abilitante alla professione sanitaria di infermiere) D.M. 270/04

 

Il corso di Laurea in Infermieristica http://www.medicina.univr.it offre una preparazione di base nel campo delle scienze di base e cliniche per la migliore comprensione dei più rilevanti elementi che sono alla base dei processi fisiologici e patologici ai quali è rivolto l'intervento preventivo, assistenziale ed educativo, dell’infermiere.
Il laureato sarà in grado di affrontare e analizzare i problemi con una visione unitaria, estesa anche alla dimensione psicologica e socio-culturale dei processi di salute-malattia e di cura; utilizzare metodologie di intervento proprie dell'infermieristica ed essere in grado di applicarle in situazioni concrete; deve conoscere le dimensioni etiche, deontologiche e giuridiche della professione infermieristica; deve avere capacità relazionali da esprimere sia nella relazione di aiuto con gli assistiti che nell'integrazione con le diverse figure, professionali;
Tali competenze saranno raggiunte attraverso lo studio delle scienze di base (biologia, anatomia, fisiologia etc.), delle scienze mediche e cliniche (medicina interna, cardiologia, chirurgia, rianimazione etc.) e delle scienze infermieristiche.

Il corso mira a formare figure professionali competenti nell'ambito della prevenzione delle malattie, dell'assistenza ospedaliera e territoriale e della presa in carico dei malati integrandosi con le altre figure professionali. I laureati in Infermieristica possono trovare occupazione in strutture sanitarie e socio-assistenziali pubbliche o private (ospedali, servizi di emergenza territoriale, strutture per post acuti, di lungodegenza, residenze sanitarie assistite, servizi sanitari territoriali e domiciliari). La didattica frontale occupa circa la metà dei crediti formativi totali, mentre la restante quota è assegnata a tirocini professionalizzanti, a sessioni di tutorato su discussione di casi e problem-solving, a laboratori didattici per l'apprendimento di abilità tecniche e relazionali, a seminari, allo studio guidato e alla produzione di report.


Durante i tirocini la formazione e supervisione dello studente è garantita da un sistema di tutorato articolato su 2 livelli ed effettuato da operatori dello stesso profilo professionale degli studenti.
Il Tutor professionale è un infermiere con competenze professionali e pedagogiche avanzate; collabora all'organizzazione e gestione dei tirocini, alla progettazione e conduzione di laboratori di formazione professionale. Seleziona le opportunità formative, facilita i processi di integrazione tra l'esperienza pratica con la teoria appresa, presidia in particolare le prime fasi di apprendimento di un intervento o di una competenza. Si occupa degli studenti con difficoltà di apprendimento, facilita i processi di valutazione in tirocinio e cura i rapporti di collaborazione e integrazione con le sedi di tirocinio.

La Guida di Tirocinio è un operatore del servizio sede di tirocinio che affianca lo studente mentre svolge le sue normali attività lavorative, seleziona le opportunità di apprendimento coerenti con gli obiettivi e il piano di tirocinio. E' garante della sicurezza dello studente e degli utenti, vigila affinché gli utenti ricevano una prestazione di qualità anche quando essa venga delegata agli studenti, si assicura che gli stessi siano informati e diano il loro consenso ad essere assistiti da uno studente. Durante ogni esperienza di tirocinio lo studente riceve valutazioni formative sui suoi progressi sia attraverso colloqui e schede di valutazione.
Al termine di ciascun anno di corso viene effettuata una valutazione certificativa per accertare i livelli raggiunti dallo studente nello sviluppo delle competenze professionali attese.

TIROCINIO

Il tirocinio professionale rappresenta la modalità privilegiata ed insostituibile per apprendere il ruolo professionale, attraverso la sperimentazione pratica e l’integrazione dei saperi teorico-disciplinari con la prassi operativa professionale ed organizzativa.

Il tirocinio clinico offre allo studente la possibilità di:

  • sperimentarsi in modo attivo in un contesto reale con la presenza del paziente
  • imparare gradualmente a prendere decisioni, a selezionare interventi appropriati per una particolare situazione
  • organizzare e gestire il proprio tempo ma anche responsabilizzarsi rispetto alla propria formazione
  • mettere in pratica ed applicare i principi teorici appresi ma anche la possibilità di recuperare dalla pratica i principi teorici, vedendo come i problemi si manifestano in situazioni reali
  • sperimentarsi in ripetute esperienze osservando e gestendo con gradualità pazienti in svariate situazioni, in modo da applicare la conoscenza in circostanze diverse.

Il tirocinio si svolge nei reparti e nei  servizi accreditati dei comprensori sanitari di Bolzano, Bressanone, Brunico e Merano. Gli studenti al  terzo Anno Accademico possono svolgere un tirocinio in reparti accreditati extraprovinciali, in Italia, Austria e Svizzera.

Inoltre  il programma Erasmus+ ( programma europeo di mobilità internazionale)  permette agli studenti regolarmente iscritti all’Università degli Studi di Verona di trascorrere un periodo di tre mesi presso un’Università europea partner https://www.univr.it/it/mappa-degli-accordi-internazionali.Il progetto Erasmus per il Corso di Laurea in Infermieristica prevede lo svolgimento di una parte del tirocinio professionalizzante previsto per il terzo anno in uno/due aree cliniche sotto la supervisione dell’Università estera ottenendo il riconoscimento di 12 CFU di tirocinio professionalizzante come previsto dal regolamento di Ateneo.

Inizio pagina