Corsi di Laurea

Finalità del corso

Il Corso di Laurea in Ortottica – Assistenza oftalmologica fornisce al laureato le competenze previste dallo specifico profilo professionale di ortottista-assistente in oftalmologia (ai  sensi del D.M. del Ministero della Sanità del 14/09/1994 n. 400. e successive modificazioni ed integrazioni).
I laureati in Ortottica – Assistenza oftalmologica svolgono la loro attività nella prevenzione visiva in età infantile prescolare e su prescrizione del medico, trattano i disturbi motori e sensoriali della visione ed effettuano le tecniche di semeiologia strumentale-oftalmologica.
Sono responsabili dell’organizzazione, pianificazione e qualità degli atti professionali svolti nell’ambito delle proprie mansioni e svolgono la loro attività professionale in strutture sanitarie, pubbliche o private, in regime di dipendenza o libero-professionale.
Il raggiungimento delle competenze professionali si attua attraverso una formazione teorica e di acquisizione di competenze comportamentali, nonché attraverso una adeguata attività formativa pratica e di tirocinio clinico. Il tirocinio clinico deve corrispondere agli standard europei sia per durata, che per tipologia degli atti programmati ed eseguiti.

Al termine del ciclo formativo il laureato avrà acquisito le competenze professionali indispensabili allo svolgimento della loro attività, ovvero:

  • la conoscenza dei meccanismi anatomo-funzionali visivi, della visione binoculare, della motilità oculare e del sistema diottrico oculare nonché le modalità di identificazione, misura e correzione delle sue anomalie e la capacità di eseguire le manovre semeiologiche indispensabili per individuare lo stato della visione monoculare e binoculare e per la diagnosi delle alterazioni motorie degli strabismi;
  • la conoscenza dei principi di funzionamento e di utilizzo delle strumentazioni diagnostiche e terapeutiche di impiego oftalmologico e la capacità di eseguire, in maniera autonoma su indicazione del medico, i test diagnostici della semeiotica oftalmologica di base;
  • la capacità di trattare, su indicazione medica, mediante metodologie riabilitative ed ortottiche, le conseguenze sensoriali e motorie delle anomalie della visione binoculare;
  • la capacità di assistere alle attività di tipo chirurgico e para chirurgico svolte dal medico;
  • la capacità di operare nell’ambito della semeiologia e della riabilitazione dell’ipovedente;
  • la capacità di interagire positivamente con soggetti di età pediatrica e senile, in particolare scarsamente collaborativi e con i loro familiari;
  • la conoscenza dei fondamenti dell'organizzazione del lavoro e della collaborazione con le altre professioni sanitarie;


La formazione alla Claudiana si pone l’obiettivo di definire un piano di studi tale da poter far emergere questi principi.

Inizio pagina